#maschile e femminile, ciclicità, conosci te stessa

Alle ragazze, ai ragazzi vorrei dire che…

Siete tutte principesse e avete tutte un cavallo bianco. E se volete, potete continuare a sognare il principe azzurro purché non vi mettiate mai da parte. Non vi dimentichiate mai di voi stesse e anzi incominciate fin da subito a dedicarvi a coltivare la vostra identità, in linea con i valori che scegliete per voi. L’amore chiede e presuppone questo. Altrimenti non è amore. È un’altra cosa.

E voi, ragazzi, siete tutti principi e dal vostro destriero potete anche scendere e camminargli accanto ché non dovete stare in sella per forza per dimostrare ad ogni piè sospinto quanto siete tosti. La vostra mascolinità è molto altro.
Potete ad un patto. Che sappiate che non c’è nessuna dama da salvare se non quell’energia femminile che appartiene anche a voi e chiede di potersi manifestare nel mondo.
E voi, ragazze, che sappiate quanto è deleterio scimmiottare i maschi per esprimere l’energia maschile che appartiene anche a voi e con l’io-sono-più-forte-di-te non c’entra nulla.

Mettiamola così. Di fronte ad un obiettivo, se userete soltanto ed esclusivamente l’energia maschile che vi dà la direzione, punterete dritto a quell’obiettivo. Ben chiaro in testa avrete quello e quello soltanto. E il rischio è che lungo la strada vi perdiate tanto, vi perdiate tutto il resto rischiando addirittura di travolgere ciò che incontrate.
Se userete soltanto ed esclusivamente l‘energia femminile che vi dà lo sguardo d’insieme, l’obiettivo l’avrete sì presente, ma la vostra attenzione sarà rivolta anche a tutto il resto con il rischio di distrarvi e disperderla, tanto che l’obiettivo potrà passare in secondo piano. E diventare addirittura irraggiungibile.
Se invece ricorrerete ad entrambe le energie, imparando a dosarle cammin facendo, non perderete di vista né l’obiettivo né la ricchezza attorno perché è solo vivendole entrambe che possiamo mantenerle in equilibrio.

Femminile e maschile, energie antiche quanto il mondo che governano tutti i processi della natura, sono infatti polarità. Significa, cioè, che se c’è l’una, c’è anche l’altra. Magari non necessariamente insieme, ma separarle non è “realmente” possibile perché non sono opposti anche se ci insegnano così.

Immaginate un cerchio. Un grande cerchio.
Immaginate l’universo come un grande cerchio che tutto contiene in una danza tra polarità.

E poi immaginate un cerchio un poco più piccolo che rappresenti le fasi della luna e poi un altro per le maree e poi per le stagioni, il ritmo circadiano, i cicli ormonali – maschile e femminile (quest’ultimo di maggiore impatto) – e persino il respiro.
Cicli diversi che hanno in comune quattro fasi (la luna a dire il vero ne ha otto) secondo l’alternanza di espansione e ritrazione che altro non sono se non energie.

Siamo contenuti nel cerchio e siamo un contenuto del cerchio insieme a tutte le altre forme viventi. E siamo un intreccio di energie, un tesoro da coltivare.

Di fronte a questa immagine dell’universo che tutto contiene, e ci contiene, di fronte alla danza delle polarità che riguarda l’essere umano così come i cicli dell’universo, quale messaggio vi comunica l’uomo disegnato in cima alla piramide? Si sentirà davvero bene là sulla punta, perennemente attento a controllare tutto, a non fare un passo falso per non cadere giù? E la donna che non è al suo fianco, dov’è? E i bambini?
L’uomo dominatore è ben lontano dall’essere un principe sul cavallo bianco. E dall’essere in pace.

Ma si può scegliere. Scegliere chi vogliamo essere, su che cosa vogliamo concentrarci. Scegliere se tenere salde le briglie o farvi condurre un po’, fidandovi e allentando il controllo; se andare al galoppo oppure scendere e camminare al fianco del vostro destriero. E allora potrete incontrare principi e principesse che le montagne imparano a scalarle ma poi scendono e le venerano dal basso. Non hanno bisogno di stare in cima ad una piramide per dimostrare umilmente la propria autentica grandezza. E poi sulla punta di una piramide non si può nepppure danzare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...